RACCOLTE PORTA A PORTA

FRAZIONE SECCA RESIDUA | CARTA, CARTONE E TETRAPAK | ORGANICO | PLASTICA

FRAZIONE SECCA RESIDUA

sacco-arancioneCosa Mettere:
tutto ciò che non può essere separato e conferito con le altre frazioni recuperabili, ad esempio, carta oleata o sporca, carta plastificata per il confezionamento di salumi e formaggi, gomma, cassette audio, CD, DVD, piatti e posate in plastica, ceramiche, bacinelle, secchielli, giocattoli, penne, carta carbone, calze in nylon, stracci, cosmetici, oggettistica minuta costituita da più materiali, lampadine, ceneri, mozziconi, polveri, pannolini, lettiere di animali domestici, gusci di mitili.

Cosa NON Mettere:
tutti i materiali che per dimensioni o tipologia non possono essere raccolti nei cassonetti: per esempio elettrodomestici, mobili, sanitari, ecc. Questi oggetti possono essere portati ai centri di raccolta comunali.

Tutti i materiali che possono essere raccolti separatamente e valorizzati, per esempio carta, plastica, cartoni tetrapak, organico, vetro, lattine, ecc.

Tutti i materiali pericolosi che devono essere raccolti separatamente, per esempio, pile, farmaci scaduti, vernici, neon, ecc.

Come: conferire in sacchi forniti da A.Se.R .

Dove: sul marciapiede o strada prospiciente il proprio stabile.

 

CARTA, CARTONE E TETRAPAK

Cosa Mettere:

bidone-biancoCarta: i giornali, le riviste, i fumetti, tutta la stampa commerciale (depliant, pieghevoli pubblicitari), ma anche i sacchetti per gli alimenti, per il pane o per la frutta, i sacchetti di carta con i manici, i fogli di carta di ogni tipo e dimensione (dai poster ai foglietti di istruzioni dei farmaci)

Cartone: tutti gli imballaggi in cartone ondulato di qualsiasi forma o misura (ad esempio per apparecchi televisivi o elettrodomestici), ma anche contenitori in cartone per frutta e verdura. Non importa la grandezza dell’imballo, basta che sia cartone.

Cartoncino: tutte le confezioni e gli imballaggi in cartoncino. Contenitori di prodotti alimentari, come astucci per la pasta, per il riso, per i corn flakes ecc. Tutte le fascette di cartoncino di prodotti come conserve, yogurt e bevande. E ancora, le scatole delle scarpe, tutte le confezioni, grandi e piccole, di prodotti come detersivi per lavatrici e lavastoviglie, le scatole dei medicinali, del dentifricio, ecc. Non importa la grandezza della confezione, basta che sia di cartoncino.

Tetrapak: contenitori del latte, dei succhi di frutta e delle conserve.

Cosa NON Mettere:
tutti i materiali non cellulosici, i contenitori di prodotti pericolosi, carte sintetiche, ogni tipo di carta, cartone e cartoncino che sia stato sporcato (ad esempio carta oleata, carta e cartone unti, fazzoletti di carta usati).

Come: selezionare correttamente carta, cartoncino e cartone, togliendo ad esempio nastri adesivi, punti metallici e altri materiali non cellulosici, in modo da renderli pronti ad essere riciclati; il cartone deve essere conferito piegato, per poter sfruttare al meglio lo spazio del contenitore.

Dove: nei cassonetti bianchi della raccolta domiciliare.

 

ORGANICO

bidone-marroneCosa Mettere:
avanzi di cucina vegetali, sia crudi che cucinati, bucce, torsoli, noccioli, verdure, pane, biscotti, riso, pasta, gusci d’uovo, fondi di the e caffè, croste di formaggio, avanzi di carne.

Cosa NON Mettere:
pannolini, mozziconi di sigaretta, stracci, sacchetti dell’aspirapolvere, carta da cucina imbevuta di detergenti, metalli, plastica, sacchetti di plastica, vetro, pile, pile, medicinali, contenitori in genere, giornali, riviste, depliant, cartoni, polvere.

Come: gli scarti organici devono essere raccolti in sacchetti biodegradabili o di carta.

Dove: nei cassonetti della raccolta domiciliare.

 

PLASTICA

bidone-gialloCosa Mettere:
i contenitori per liquidi in plastica (es. bottiglie di acqua e bibite, flaconi di detersivo, ecc.), vaschette per alimenti, reti per frutta e verdura, pellicole trasparenti, piatti e bicchieri monouso, materiali per la protezione e il trasporto delle merci ( pellicole, pluriball, chips in polistirolo ecc..)

Cosa NON Mettere:
la plastica diversa da imballaggi come giocattoli.

Come: sciacquare i contenitori per evitare la formazione di cattivi odori, schiacciarli per ridurre il volume.

Dove: nei cassonetti gialli della raccolta domiciliare.

 

… SE E’ BIOPLASTICA?

Consulta questo sito e verifica l’etichetta: se è un imballaggio in plastica va nel cassonetto giallo della plastica, se è un imballaggio in bioplastica nel cassonetto marrone dell’organico.